Oggi intervistiamo Chris Greeceman


pubblicato in self-publishing ebook e cartaceo

Non accade tutti i giorni di incontrare un autore a “due teste” quindi presumo che anche i nostri lettori resteranno stupiti sapendo che dietro Chris Greeceman si nascondono due menti. E, devo ammettere, due menti che hanno capacità e fantasia da vendere.

Come vi è venuta l’idea di unire le vostre forze creative e iniziare un progetto così particolare? Credo sia stata la voglia di mettersi in gioco con qualcosa di nuovo, con una sfida entusiasmante. La serie di April May è molto diversa da quello che di solito scriviamo singolarmente. Abbiamo voluto dar vita a un mondo tutto nostro, dove dosare con attenzione gli elementi del giallo e del romance.

E’ da molto che vi conoscete oppure è un connubio giovane nato per caso? Risposta difficile. Il nostro connubio è abbastanza giovane, ma di sicuro non è nato per caso. Ci siamo conosciute perché pubblicavamo con lo stesso editore e abbiamo da subito percepito una forte sintonia. Poi, un anno fa, è scaturita l’idea di April e abbiamo cominciato a lavorare al progetto come se fosse stato programmato da sempre.

Quali sono, se ci sono, le difficoltà reciproche di far procedere l’andamento narrativo specialmente in un genere quale quello di April May? Non abbiamo mai incontrato difficoltà, forse per la grande empatia che c’è tra di noi. Quando partiamo con il brain storming per delineare la storia, siamo una nella mente dell’altra. Vediamo le stesse scene, a volte adoperiamo le stesse parole.

Parlatemi brevemente della protagonista: donna, temibile, intelligente, dotata di un dono che però non svelerete. Più che temibile, la definiremmo determinata. Sa dare importanza a sé stessa, trascurando ogni convenienza. È una donna con le sue insicurezze, ma sa ciò che vuole. Ha un sogno nel cassetto ed è brava a cogliere l’occasione per realizzarlo. E poi gestisce il suo mondo familiare con amore. La figlia undicenne, l’ex marito con cui ha un ottimo rapporto, una madre complicata. Per quanto riguarda il suo dono, lei stessa ne resterà sorpresa. Lo comprenderà a pieno solo alla fine di Trappole Mortali e avrà una preziosa guida in tutte le prossime avventure.

Una di voi si ritrova in alcune caratteristiche del suo modo di agire? Sicuramente anche noi facciamo le nostre scelte basandoci non sul tornaconto, ma sull’onestà. Come April crediamo nell’amicizia e anche noi con la scrittura stiamo dando forma ai nostri sogni.

Ho visto che si parla anche di una casa editrice nel romanzo, c’è forse qualche analogia con la vostra esperienza di scrittrici? Magari avessimo una casa editrice di quel livello a supportarci! La Long Publishing, nel romanzo, è una delle realtà più importanti degli Stati Uniti. La nostra esperienza è con editori bravi, ma piccoli.

Quale credete sia l’attesa dei vostri lettori? Il nostro intento è divertire con una serie di gialli leggeri e scorrevoli, e speriamo sia questo il giudizio dei lettori.

So che proseguirete con le avventure di April May, ma ritenete che sarà lei a dirottarvi data la sua forte personalità? April May, come tutti i personaggi forti, ci aiuterà a farsi raccontare sempre meglio. Anche con lei sarà un lavoro di squadra.

Magari ci svelate almeno il perché di questo insolito nome? Intendi il nome della protagonista o quello dell’autore? In entrambi i casi ci contiene, ma solo chi ci conosce bene può rendersene conto.

Grazie del vostro tempo, è sempre un piacere conoscere cosa frulla nella mente di un autore quando dà vita a personaggi particolari

Grazie a te per il tempo che hai scelto di dedicare a noi e alla nostra April May.


https://www.amazon.it/APRIL-TRAPPOLE-MORTALI-Giallintasca-Vol-ebook/dp/B08H14G3GT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *