Fernando Pessoa, ovvero la poesia portoghese


A Lisbona, nel magnifico monastero Dos Geronimos (“Dei Girolamini) costruito nel 1500 per celebrare il ritorno del navigatore Vasca da Gama dall’India viene tumulato Fernando Pessoa, uno tra i più amati poeti portoghesi che ha vissuto la poesia in tutte le dimensioni. E’ considerato un poeta intellettuale che ha saputo conciliare sentimento e razionale precisione. Convinto che la monarchia fosse la forma migliore ma che per il Portogallo fosse preferibile la repubblica, è un personaggio assolutamente non reazionario. Muore di cirrosi epatica a soli 47 anni.

Riportiamo una sua poesia che ci è piaciuta molto il cui titolo è

Chi bussa alla mia porta

Chi bussa alla mia porta

così insistentemente

saprà che ormai è morta

l’anima che in me sente?

Saprà che io la veglio

da quando la notte è giunta

col vacuo e vano zelo

di chi non veglia nulla?

Saprà che sono sordo?

Che lo sappia o non lo sappia

perchè bussa così, ermo e assurdo,

fino al termine del mondo?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *