Una tappa a Benevento per ammirare l’obelisco neoegizio


Nel centro di Benevento si possono ammirare due obelischi egizi, (realizzati dall’imperatore romano Dominiziano nell’ epoca 88 d.C) che un tempo si trovavano all’ingresso del tempio di Iside della città sannita e i cui geroglifici rappresentano l’attestazione più esplicita dell’esistenza di quel tempio che sia giunta ai giorni nostri. Il più famoso è però quello in Piazza Papiniano con iscrizione in latino e greco, entrambi i monumenti sono in granito rosso.

La traduzione dei geroglifici è stata affrontata da più esperti, ma la versione finale adottata è ormai quella dell’egittologo tedesco Erman.

A portare un vento di novità a questi reperti storici ha contribuito da pochi giorni Diego della Valle, titolare dell’azienda Tod’s, il quale ha voluto regalare l’illuminazione all’obelisco di piazza Papiniano per impreziosirlo e fare arrivare ancora più turisti a goderne la sua bellezza. Inoltre, per merito di una tecnologia particolare l’obelisco è leggibile a multilivello, i turisti e i cittadini possono così vedere proiettato il proprio nome tradotto in geroglifico sulla facciata di Palazzo Paolo V. Secondo le intenzioni di Diego della Valle, verranno prese altre iniziative per donare alla città di Benevento un’opportunità per incrementarne l’affluenza turistica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *