Oggi vi segnaliamo… Libreria Baravaj, usato “garantito”


Abbiamo pensato di segnalare ai nostri lettori ma anche agli autori alcune librerie che si differenziano da quelle tradizionali e il cui intento è di offrire servizi e contenuti pensati, luoghi di incontro per appassionati della carta. Partiamo con l’intervista al titolare della libreria Baravaj che si trova a Milano in Via Cesariano (zona Sarpi/Canonica)

14907212_1815873488658233_6554057993546219679_n1
Da cosa è nata l’idea di aprire una libreria in questa zona? La decisione di aprire proprio in questa zona è nata dal fatto che via Cesariano si chiama Via, ma è di fatto un piazza pedonale, molto viva e molto vivibile, con un parco giochi al centro. La zona Sarpi/ Canonica è in generale molto viva, stimolante e varia.
E perchè proprio avete pensato al mondo dell’usato? Lavoro con i libri usati da ormai 15 anni. In precedenza ho lavorato anche con il nuovo. La vastità infinita del catalogo dell’usato non è paragonabile nemmeno lontanamente a quello che si può trovare nel nuovo. Lavoro con 500 anni di libri, quando una libreria del nuovo, in genere ha un catalogo al massimo di un anno. Uno degli aspetti piu’ appassionanti e interessanti del mio lavoro è che, dopo 15 anni, mi capita spesso di scoprire libri che non avevo mai visto, e di cui non conoscevo l’esistenza
Avete avuto esperienze precedenti oppure vi siete ispirati a qualche modello magari anglosassone, nell’abbinare i libri ai momento di pausa”caffè”– Lavoro in libreria dal 1998, prima in Feltrinelli, poi molti anni di Libraccio. Nel 2013 ho scelto di mettermi in proprio, e ho aperto una libreria/osteria in zona Piola. All’epoca penso fosse la prima di Milano, ma di esempi soprattutto all’estero ne ho avuti molti. Non volevo una libreria da pausa caffé, ma un posto dove rallentare, pranzare, bere un bicchiere di buon vino e dove si potesse chiacchierare e scambiare conoscenze e passioni.
15135768_10210717021743046_7359297257478166851_n
Quale è il vostro cliente migliore? Il cliente migliore è la persona curiosa, che non si ferma alle proposte di mercato, che si lascia trasportare dal paesaggio che è la libreria e si perde tra gli scaffali, trovando qualcosa che magari nemmeno sapeva di cercare
13427925_1754441358134780_314939637745350772_n
Cosa ne pensate del momento editoriale attuale e come immaginate la sua evoluzione? Ovviamente la situazione non è delle piu’ rosee, credo però che il libro usato, per i motivi che ho detto, possa e debba sopravvivere. L’ultima persona che smetterà di leggere sarà di sicuro il lettore forte, quello curioso e appassionato, che è poi il cliente a cui mi rivolgo maggiormente.
Credete più negli ebook o nella carta? Non demonizzo assolutamente gli ebook, ma penso che non arriveranno mai a sostituire il cartaceo. Può sicuramente essere comodo in determinate situazioni, ma il gusto della pagina, per chi legge veramente, non riuscirà mai a essere sostituito da uno schermo, per quanto realistico. L’importante è leggere.
13450857_1754441298134786_2461243766349016524_n
Come valutate gli esordienti? In generale credo che stiamo assistendo ad un mercato bulimico, l’offerta è troppa e poco selezionata. Come in ogni epoca esistono ottimi autori magari poco conosciuti, ma nel marasma delle migliaia di uscite rischiano di perdersi. Fortunatamente esistono ancora editori che, con passione e grande capacità, mantengono una identità ed una politica editoriale ben delineata, dei quali mi viene da fidarmi, anche di fronte ad un autore che non conosco. Penso per esempio a Nottetempo, Marcos Y Marcos, Add, Sur, 66&th, e altri, non necessariamente minuscoli e non necessariamente “indipendenti”
Qual’è il vostro genere e autore preferito se poteste vendere unicamente quello? Adoro qualunque cosa contenga una sana ironia, dal classico al contemporaneo. Il mio autore preferito, che ho scovato ancora ragazzino in casa dei miei genitori e che probabilmente mi ha portato almeno un poco ad essere come sono è Achille Campanile.
Cosa pensano i vostri clienti della libreria? vi danno suggerimenti oppure la apprezzano per come è? Abbiamo sempre commenti e pareri molto positivi sia per quanto riguarda la selezione dei titoli sia per l’ambiente che viene da tutti percepito molto accogliente e conviviale. Siamo proprio appena nati, l’impegno e la sfida ora sono di farsi conoscere e di proporre eventi stimolanti per le molte persone curiose con cui veniamo in contatto.
14907212_1815873488658233_6554057993546219679_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *