Oggi ricordiamo Giovanni Treccani, ovvero il fondatore della storica enciclopedia


Oggi Parole ad hoc non può non ricordare un uomo che ha segnato una svolta nel panorama culturale italiano, contribuendo alla creazione della più nota enciclopedia italiana: Giovanni Treccani.

Giovanni Treccani degli Alfieri  morì proprio il 6 luglio del 1961 a Milano. Lo ricordiamo per essere stato il fondatore dell’Istituto dell’Enciclopedia italiana, (nel 1925) assieme al filosofo Giovanni Gentile, che pubblicò sia la Enciclopedia italiana di scienze, lettere ed arti sia  il Dizionario biografico degli italiani.

Come imprenditore (anche se del tessile) ma soprattutto come mecenate, ebbe il merito di dare vita alla prima vera enciclopedia italiana, coadiuvato dall’editore Calogero Tumminelli, ma anche da personaggi noti quali lo storiografo De Sanctis e l’economista Luigi Einaud, solo per citare i più noti.

La prima edizione, che contava 35 volumi di testo e 1 di indice, pubblicata dal 1929 al 1937  fu di grande successo proprio perchè gli argomenti vennero trattati con scrupolosità e precisione. Successivamente l’enciclopedia fu ampliata con fascicoli separati, tra i quali anche uno intitolato “Fascismo” firmato da benito Mussolini.

Nel 1937 Giovanni Treccani fu insignito del titolo di conte per il suo mecenatismo a favore della cultura italiana e nel 1939 gli fu offerta dall’università  di Milano la laurea honoris causa in lettere.

Una svolta nella produzione editoriale della storica Treccani rappresentò poi l’Enciclopedia del Novecento (1975-90), articolata in 522 saggi, che vide la collaborazione di 21 premi Nobel. Da allora il catalogo dell’Istituto ha continuato ad arricchirsi, comprendendo, oltre ai volumi di aggiornamento, altri di carattere generali, con vocabolari, atlanti, volumi singoli o raccolti in collane.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *