Oggi recensiamo “Madri a rendere” di Beatrice Tauro



Il romanzo di Beatrice Tauro è uno spaccato di vita moderna.
Leggendolo pare di assistere ad un film dei giorni nostri, nel quale i protagonisti portano con sé ricordi del passato, miserie del presente e paure del futuro.
Una bella storia di quattro amiche dai tempi dell’università, che si ritrovano, dopo parecchi anni, per volontà di Elena (la più “difficile” nel gruppo). L’autrice sa ben descrivere riflessioni intime di ciascuna donna, così come antichi rancori e insofferenze. E dal clima di diffidenza iniziale Beatrice Tauro conduce la storia verso un crescendo di entusiasmo e fiducia, che faranno da collante all’antico gruppo. Le donne abbandonano le loro sovrastrutture e ritornano ad essere vere, genuine, ancora più autentiche di un tempo, proprio perché la maturità e le esperienze (negative) gli hanno fatto prendere coscienza di se stesse e dei propri sogni. E il sogno più ambito, quello della maternità, si realizza ma in modo inaspettato e controcorrente.
Non spieghiamo l’epilogo del romanzo perché vale la pena di leggerlo e gustarlo come se si fosse seduti in mezzo alle protagoniste.

Madri a rendere – di Beatrice Tauro (ediz.Cinquemarzo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *