Costellazioni ovvero Rappresentazioni sistemiche


Oggi ci siamo fatti spiegare da Maria Cantarella, coach da anni per Farfala Italia, cosa siano le Costellazioni, di cui molti di noi hanno sentito parlare ma che non hanno mai sperimentato.

“Le costellazioni sono un modello di simulazione dei sistemi.

Nate per l’analisi dei problemi relativi al “sistema famiglia”, si sono dimostrate efficaci anche per analizzare problematiche personali e sistemi complessi, strutture organizzative e aziendali.
Costituiscono un importante momento di insight che può attivare processi di cambiamento nell’individuo e sbloccare situazioni di difficoltà.
L’approccio sistemico permette di allargare la cornice della situazione e offrire un punto di vista più ampio.
Le costellazioni vengono realizzate all’interno di un gruppo in cui tutti offrono la propria partecipazione attiva a favore di chi presenta un tema che gli sta a cuore.
In concreto, la prima fase di lavoro è costituita da una breve discussione-ricerca in cui viene individuata la struttura del tema da indagare e i suoi elementi fondamentali.
Di seguito vengono “messi in scena” gli elementi del sistema, utilizzando le persone presenti. Si pongono cioè tutti gli elementi su un palcoscenico ideale, in una precisa collocazione spaziale e di orientamento tra loro (la “costellazione”).
Non si tratta di recitare, ma di “sentire” fisicamente ed emozionalmente, cioè dare spazio all’immaginazione, all’intuizione, all’intelligenza corporea ed emotiva.
Il facilitatore infatti chiede  ai rappresentanti di esplicitare emozioni e sensazioni, e può invitarli a individuare nuove collocazioni nello spazio, percepite dagli stessi rappresentanti come migliori.
E da qui è possibile sperimentare una nuova visione della situazione, comprendere come potrà eventualmente svilupparsi e avviare così un processo di cambiamento”.

Ci sembra conclusivo aggiungere che gli incontri di Costellazioni, a cui abbiamo assistito più volte, rappresentano davvero un metodo utile allo sblocco di ostacoli emotivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *