92 anni ben portati, sono quelli di Andrea Camilleri


Chi in Italia non conosce Andrea Camilleri, lo scrittore siciliano che ha creato il famoso personaggio del commissario Montalbano? Eppure Andrea Camilleri non è arrivato subito al successo, ha avuto un’infanzia tribolata tra guerre e povertà, studi interrotti e necessità di lavorare. Ma non ha mai smesso di darsi da fare, prima come regista e poi come sceneggiatore. Non tutti forse sanno che dobbiamo a lui, come regista, se l’opera di Becket è arrivata in Italia, o se sono state rappresentate a teatro le opere di  S.T Eliot e Ionesco; successivamente, entrato in Rai, ha curato la produzione di alcuni sceneggiati che sono stati molto seguiti negli anni sessanta  (“Le avventure di Laura Storm” ; “Il tenente Sheridan”; “Il commissario Maigret”).

Poco prima degli anni ottanta inizia la sua attività di scrittore, che tuttavia non conosce subito il successo e che  lui interromperà per una dozzina d’anni, fino al momento in cui, ancora con Sellerio pubblica il primo romanzo poliziesco con il commissario Montalbano e da lì in poi la sua fama crescerà in modo esponenziale. La caratteristica di questo scrittore è l’uso del dialetto siciliano, che inserisce nei suoi romanzi e che media abilmente con l’italiano in modo da essere comprensibile e godibile anche da chi non conosce il dialetto.

Inoltre, come personaggio contemporaneo e impegnato, non va dimenticato, come molti avranno appreso dalla televisione e dai giornali, che Camilleri ha appoggiato battaglie sociali e politiche (contro Berlusconi o la rielezione di Napolitano tanto per citarne alcune), che ha tentato di creare un partito con Antonio di Pietro, che è stato da sempre uomo di sinistra.

Per i suoi appassionati lettori citiamo alcuni tra ii più recenti romanzi, tutti pubblicati dalla casa editrice Sellerio :

“La vampa d’agosto”

“La pista di sabbia”

“Una lama di luce”

“Una voce di notte”

“Tre indagini a Vigata”

“Un covo di vipere”

“L’altro capo del filo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *