23 febbraio 1992 addio a Valentino Bompiani, editore all’avanguardia


Valentino Silvio Bompiani è stato un editore, scrittore e drammaturgo italiano che ha nutrito un forte interesse per il teatro e che, nel 1929 ha fondato la notissima casa editrice Bompiani, accogliendo scrittori europei russi ed americani che non venivano pubblicati in Italia dal regime fascista.
E’ suo il progetto innovativo del Dizionario Bompiani delle opere e dei personaggi di tutti i tempi e delle letterature, completato più tardi con il Dizionario Bompiani degli Autori, patrocinato dall’Unesco. A guerra terminata la casa editrice ha continuato ad incrementare le sue prestigiose collane con tante titoli, fino al giorno in cui venne venduta nel 1972 al gruppo Rizzoli. Non dimentichiamo che Umberto Eco (si veda il nostro articolo del 19 febbraio u.s.) è stato uno scrittore che ha portato alla casa editrice maggiore successo grazie al suo romanzo “Il nome della rosa“. Nel 1990 avviene la fusione con il gruppo Rizzoli (al quale appartenevano appunto Rizzoli, Sansoni, Nuova Italia, Marsilio Editori), fino a che, nel 2015 la Arnoldo Mondadori Editore acquisisce RCS Libri, Bompiani compresa. Nel febbraio 2016, però l’amministratore delegato Ernesto Mauri dichiara che Mondadori dovrà cedere la Bompiani e Marsilio. Nel settembre 2016, Bompiani viene poi acquisita da Giunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *